sospensioni

Sospensioni

ANGOLI CARATTERISTICI

Gli angoli caratteristici che contraddistinguono la geometria della sospensione sono 4:
- 2 descrivono la posizione della ruota (non sterzata) rispetto al terreno:
  - convergenza
  - campanatura
- 2 individuano la collocazione dell'asse di sterzo (linea fittizia attorno alla quale ruota  
  l'insieme mozzo, portamozzo e ruota) rispetto al piano stradale:
  - incidenza
  - angolo di king-pin

Convergenza

(TOE IN, TOE OUT)

convergenza

E' l'angolo maggiormente conosciuto ed quello compreso tra i piani di rotolamento delle due ruote di un assale, guardando la vettura dall'alto. Tale angolo può essere positivo, nullo o negativo. Solitamente le auto sono costruite con un angolo di convergenza positivo sulle ruote anteriori, in grado di migliorare la stabilità in frenata quando le ruote tendono a divergere sotto l'azione delle elevate forze in gioco.
Posteriormente quest'angolo serve soprattutto a rendere la macchina meno "nervosa" nelle accelerazioni: quando si esce da una curva il peso tende a distribuirsi sulle ruote esterne, quindi se quella posteriore converge, tende a riportare la macchina dritta.
Tale angolo è il più facile da variare, e richiede la regolazione della lunghezza dei braccetti dello sterzo attraverso l'apposita vite. Il suo incremento (sull'asse anteriore) comporta grandi vantaggi in termini di guidabilità ma può aumentare considerevolmente l'usura dei pneumatici, dovuta al fatto che ruoterebbero su un piano maggiormente inclinato rispetto alla direzione di marcia. In alcune auto è possibile regolare tale angolo al posteriore: chiudendo la convergenza in positivo si ottiene una buona tenuta laterale ma è possibile che l'ingresso in curva risulti più difficoltoso; al contrario aprendo la convergenza si facilita l'ingresso in curva, dato che il posteriore tenderebbe ad aprire la traiettoria, con la controindicazione che un'apertura troppo ampia tenderebbe a dare problemi di sovrasterzo.
La regolazione dell'angolo, come si può intuire, è fortemente legata all'utilizzo che se ne fa della vettura (strada, pista, gare in salita, ecc.).

Campanatura

(CAMBER)

camber

Per misurare tale angolo la procedura è la medesima della convergenza, solo che invece di guardare il veicolo dall'alto lo vediamo frontalmente.
Il camber di una ruota è quello che si misura tra il piano su cui rotola la ruota e l'asse di mezzeria perpendicolare al terreno e può essere positivo, negativo o nullo.
La campanatura va regolata in modo da garantire la miglio aderenza possibile delle ruote al terreno. Nella maggior parte dei veicoli quest'angolo è positivo, soprattutto per far si che il pneumatico lavori bene in curva. Ricordiamo che durante la marcia della vettura, quest'angolo subisce variazioni non trascurabili, causate dal movimento delle sospensioni e dello sterzo, soprattutto quando il terreno affrontato è ricco di sconnessioni.
Tale angolo è quello che maggiormente influenza la tenuta in strada: durante la percorrenza in curva, infatti, la sollecitazione trasversale a cui è sottoposto il pneumatico tende a deformarlo, esponendo la parte più esterna del battistrada sul terreno a sollevare la parte più interna, fornendo un grip minore. In tal caso, un incremento in negativo dell'angolo può favorire la formazione di un'impronta a terra più omogenea durante la percorrenza in curva. In rettilineo però la parte interna del battistrada si usurerà maggiormente ed il grip longitudinale (quello che serve in accelerazione e in frenata) sarà minore perché è ridotta la superficie d'appoggio del battistrada.

Incidenza

(CASTER)

caster

E' l'angolo delimitato tra la porzione longitudinale dell'asse di sterzo e la linea perfettamente verticale rispetto al terreno passante per il centro ruota (nella vista laterale). Nella maggior parte delle auto è positivo, a tutto vantaggio della stabilità generale del veicolo.
Nello specifico tale angolo misura quanto velocemente ritornerà dritta la ruota.

Angolo di King-pin

kingpin

E' l'angolo d'inclinazione trasversale dell'asse di sterzo strettamente legato all'offset del cerchio, ovvero dalla distanza tra la superficie di appoggio del mozzo e la mezzeria della ruota. Tale angolo si misura osservando l'auto frontalmente, proiettando a terra l'asse dell'ammortizzatore e misurando la sua distanza dalla mezzeria della ruota. Il valore dell'angolo d'inclinazione trasversale dell'ammortizzatore determina il famoso "braccio a terra", parametro utilizzato per calcolare l'entità della risposta del montante nel riallineare la ruota.

configurazione sospensioni