subaro liber

Mongol rally 2018

Quelle avventure estreme che tutti sognano e solo in pochi hanno la follia giusta per farle

Mongol, che?!

itinerario

Mongol Rally: la più grande avventura automobilistica del pianeta, dove se niente va storto allora tutto è andato storto!
Un rally senza classifica, premi e nemmeno un percorso prefissato. Solo la partenza e l’arrivo sono definiti.
Nato nel 2004 per scopi umanitari con soli 6 veicoli iscritti, di cui 4 raggiunsero l’arrivo a Ulan Bator (Mongolia), è cresciuto a dismisura negli ultimi anni arrivando ad oltre 400 equipaggi.
Solo tre le regole da rispettare: primo, la cilindrata massima consentita è 1.200 per le auto e 125 cc per i motocicli; secondo, non avvalersi di alcun tipo di assistenza lungo il percorso; infine raccogliere almeno 1.000 sterline da devolvere in beneficenza.
Ogni squadra versa, infatti, 500 sterline a CoolEarth, che si occupa della tutela delle foreste pluviali amazzoniche il resto invece è a discrezione della squadra.
Un percorso che si snoda attraverso le montagne, il deserto e la steppa dell'Europa e dell'Asia. Milano, Istanbul, Samarcanda,  il Pamir, il deserto del Gobi.  Nomi dal sapore di avventure lontane, di Marco Polo e di esplorazioni, di Via della Seta e villaggi quasi irraggiungibili.
Oltre 13.000 km in cui l'importante è partecipare e dove né la tua macchina, né la tua vita saranno mai più le stesse. 

team alboreto is nothing

Il Team

"Alboreto is nothing"

Quattro ingegneri della Maserati che, nella vita di tutti i giorni, si occupano dello sviluppo: Caterina Secchieri, Fabio Bernardinello, Alessandro Guicciardi, Massimiliano Pezzo, accomunati dal desiderio di avventura e da un pizzico di sana follia, perché per partire per Ulan Ude nel cuore della Siberia dall’Italia (Modena), ce ne vuole e non poca.

Il mezzo

Un Subaru Libero del 1991, furgoncino a tre cilindri assai poco confortevole!
Un 3 cilindri capriccioso ed un po' prima donna che ha fatto tribolare non poco i nostri amici e Simone che alla fine, secondo il team f-tech, si era innamorato, e non poco, di questo simpatico motore

subaro libero

La Mascotte

Piero

Piero, la mascotte canina e la vera anima di questa avventura.
Un Bulldog francese tutto spugna e peluche!

piero la mascotte
partnza
mongol rally
party
mongol rally
mongolrally
russia
mongol rally
ultimi km
mongol rally
mongol rally
mongol rally
finish